Alla fine di agosto, il team di Project Zero di Google ha pubblicato un rapporto sulle vulnerabilità di iOS che ha consentito agli hacker di aspirare i dati personali dall’iPhone per più di due anni. Una dozzina di falle di sicurezza , la maggior parte delle quali legate a Safari, sono state sfruttate dagli hacker. Secondo Google, è stato sufficiente visitare semplicemente un sito Web in modo che le vittime di iPhone siano infettate da malware.

Hacking the iPhone: Google ha esagerato l’entità dei recenti attacchi secondo Apple

” Molti clienti hanno espresso preoccupazione per alcune rivelazioni e vogliamo assicurarci che abbiano i fatti “. Secondo Apple, l’attacco è stato molto mirato e non è stato un hacking su larga scala per iPhone, come descritto nel rapporto del team di Google Project Zero. È stato riferito che meno di una dozzina di siti Web sono stati utilizzati per perpetrare questi attacchi, che colpivano principalmente la comunità uigura, una minoranza musulmana nella Cina nord-occidentale.

” Il rapporto di Google, pubblicato sei mesi dopo il patching di iOS, crea la falsa impressione di un attacco di massa per monitorare le attività private di intere popolazioni in tempo reale, creando paura tra gli utenti di iPhone che i loro i dispositivi sarebbero stati compromessi. Non è mai stato così ” , scrive Apple nel comunicato stampa pubblicato sul suo sito Web.

Infine, gli attacchi in questione sarebbero avvenuti solo per un breve periodo secondo la ditta. ” Tutto indica che questi attacchi sono stati operativi per un breve periodo, circa due mesi, non due anni come suggerisce Google “, afferma Apple, che afferma di aver corretto i difetti in 10 giorni da febbraio 2019.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami