TikTok, la rete di condivisione di video sociali di proprietà della società cinese ByteDance, chiede ai suoi moderatori di censurare i video che potrebbero dispiaciure alle autorità cinesi.

Il contenuto aggiunto su TikTok che menziona i massacri di Piazza Tiananmen, l’indipendenza tibetana o il movimento spirituale del Falun Gong bandito dal 1999, sono ora rimossi.

TikTok: canta, ma con moderazione!

Secondo i documenti trapelati che descrivono in dettaglio le linee guida per la moderazione del sito, TikTok applica una radicale sorveglianza dei contenuti messi online, con l’obiettivo di non offendere Pechino.

I documenti, rivelati da The Guardian , spiegano come ByteDance, proprietario di TikTok, classifica i contenuti. Le linee guida dividono gli elementi proibiti in due famiglie: quelle identificate come ”  violazione  ” vengono completamente rimosse dal sito e possono indurre l’utente a essere bandito dal servizio. I contenuti giudicati i meno seri, vengono riportati e rimangono visibili, ma la loro distribuzione è ridotta dall’algoritmo. L’autore, che può ancora vedere il contenuto in questione, non è a conoscenza dell’intervento di

Moderazione politica?

Sembra anche che le regole siano relativamente rigide per quanto riguarda la moderazione: è in particolare vietato ”  criticare le leggi e le regole di un paese  “, evocare argomenti sensibili, come il separatismo, e parlare di un elenco di venti persone considerate ”  sensibili  “, tra cui Gandhi, Kim Jong-un o Barack Obama. L’intervento mira qui a non offendere le autorità, intervenendo – in particolare – sui temi delicati sopra menzionati.

TikTok ha già reagito affermando che queste regole non sono state applicate, in parte, dalla metà dell’anno. Un potere maggiore è stato dato ai moderatori nei vari paesi in cui l’applicazione ha avuto molto successo. Possono quindi avere una visione più sfumata in base al proprio mercato.

Tuttavia, queste rivelazioni arrivano in un momento in cui TikTok era sempre più sospettato di controllare gli argomenti di discussione. Il Washington Post aveva puntato il dito pochi giorni fa sul fatto che il forte movimento democratico che agita Hong Kong è stato menzionato molto raramente su TikTok.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami