Home News Cade un importante sito di contenuti pedofili: 300 arresti in 38 paesi

Cade un importante sito di contenuti pedofili: 300 arresti in 38 paesi

La stretta collaborazione dei servizi di polizia di diversi paesi ha permesso di chiudere un sito web oscuro che ospita centinaia di migliaia di video pedofili. L’operazione, la più grande di sempre in quest’area, ha portato anche allo smantellamento della rete e all’arresto di oltre 300 persone in 38 paesi.

Preferiamo avvisarti subito: gli elementi citati nel resto di questo articolo sono sensibili e talvolta davvero disgustosi.

250.000 video pedofili

Presente sulla rete oscura, la piattaforma ha raccolto circa 250.000 video di abusi sessuali su minori, a volte molto giovani. Il contenuto, disponibile per la vendita e che potrebbe essere pagato in bitcoin, sarebbe stato scaricato più di un milione di volte. Sarebbe il più grande sito di trading di video pedofili mai scoperto.

Ma non è stato facile individuarlo, poiché era nascosto nella rete oscura. Per la polizia, la storia è iniziata nel 2017 nel Regno Unito. Matthew Falder, Ph.D. in Geofisica, viene quindi arrestato dalle forze dell’ordine e infine dichiarato colpevole di 137 reati, tra cui l’incitamento a stuprare i bambini e la condivisione di video di un attacco sessuale a un neonato . È stato all’interno di questa indagine che gli investigatori hanno scoperto Welcome to Video.

Gestito dalla Corea del Sud

Grazie al lavoro congiunto delle forze di polizia del Regno Unito, degli Stati Uniti, della Germania e della Corea del Sud, il sito è stato finalmente smantellato. La sua home page è stata ora sostituita da un messaggio su questa azione. Secondo il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, l’operazione ha contribuito a ”  salvare almeno 23 minori  “, vittime di violenze sessuali, trasmessi sulla piattaforma.

Il gestore del sito, un sudcoreano di 23 anni, è stato incriminato negli Stati Uniti. Ma non è l’unico ad aver ricevuto la visita delle autorità. Un totale di 337 persone sono state arrestate in 38 paesi, grazie alla collaborazione delle forze dell’ordine di questi stati. Nel Regno Unito, sette persone sono già state condannate e molte altre dovrebbero seguire.

Daniel Akahttps://plus.google.com/106923473571641893009
Amante della tecnologia e amministrazione e creatore del sito. Con la passione della tecnologia e deciso nell'informare ogni genere di persona.
3,106FansLike
66FollowersFollow
16FollowersFollow
315SubscribersSubscribe

Altre news

Lascia un commento

Please Login to comment
avatar