Apple sta chiudendo il ciclo aggiornando l’ultimo sistema operativo del suo ecosistema. Diverse settimane dopo l’arrivo di iOS 13, iPadOS e le loro controparti su Apple TV e Apple Watch.

MacOS Catalina è disponibile su tutti i Mac da OS X Mavericks 10.9 (metà 2012). Ricorda di effettuare un backup tramite Time Machine prima di installare l’aggiornamento.

Il supporto per le applicazioni a 32 bit non è più garantito

Questa non è una nuova funzionalità, ma è probabilmente uno dei maggiori cambiamenti apportati da macOS Catalina. Dopo aver aggiornato il tuo Mac, le tue applicazioni a 32 bit potrebbero non funzionare.

State tranquilli: gli sviluppatori hanno avuto il tempo di prepararsi per questo cambiamento. Al WWDC 2018, Apple ha annunciato che macOS Mojave (10.14) sarebbe stata l’ultima versione a supportare i 32 bit, un’architettura in gran parte obsoleta che ora è preferita a 64 bit.

Per vedere quali applicazioni nel tuo sistema utilizzano un’architettura a 32 bit, vai al menu Apple premendo il tasto alt, fai clic su Software> Applicazioni e ordina le applicazioni in base alla loro architettura. Se hai applicazioni essenziali per visualizzare “32-bit”, sarebbe più saggio attendere che gli sviluppatori lo aggiornino prima di passare a macOS Catalina.

IPad occupa più spazio su macOS

Detto questo, andiamo ai festeggiamenti. Come tutti sanno, l’iPad può ora fungere da schermo secondario su Mac. Con un solo clic, puoi collegare il tuo computer al tablet Wi-Fi e usarlo come secondo monitor. Ovviamente, Apple Pencil è supportato e il tuo iPad diventa una tavoletta grafica di fascia alta.

iPad sempre: macOS Catalina segnala l’arrivo del programma Catalyst. Dietro questo nome barbaro c’è la possibilità per gli sviluppatori di rendere le loro applicazioni iPad compatibili con Mac. In altre parole, alcune app dall’App Store (iPad) possono essere scaricate su Mac.

Se Apple ha comunicato molto sul ritorno (fatto) di un’applicazione “nativa” di Twitter su macOS, non è ancora disponibile tramite Catalyst. L’elenco delle app per iPad compatibili con Mac è proprio qui .

La scomparsa di iTunes

Un’altra grave perturbazione firmata dall’arrivo di Catalina: iTunes si inchina. Ora, collegare un iDevice al tuo Mac lo farà apparire nel Finder e i vari servizi Apple ora appariranno in tre applicazioni separate: Musica, Podcast e TV.

Inoltre, Apple Arcade è ora parte integrante dell’ecosistema Apple. Questo servizio consente, a fronte di un abbonamento mensile di 4,99 €, di avere accesso a centinaia di giochi su Mac, iPhone, iPad e Apple TV.

Si ricorderà che MacOS 10.15 è ora molto più attento in termini di riservatezza. Ad ogni avvio dell’applicazione, il sistema operativo ti avviserà se desidera accedere a determinate parti del computer.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami