Chiunque abbia mai giocato a un gioco online sa che tra giocatori, decenza e rispetto non sono sempre la regola . Alcune persone danno l’impressione di essere lì solo per attaccare verbalmente, o anche verbalmente, gli altri. Un problema di cui Microsoft è ben consapevole . Inoltre, alcuni mesi fa, la società ha persino fornito un elenco di insulti accettabili per i giocatori . Una soluzione apparentemente inefficiente, dal momento che l’azienda Redmond ha recentemente iniziato a testare nuovi filtri di contenuto per il suo sistema di messaggistica Xbox Live.

Microsoft imposterà nuove opzioni di filtro nei videogiochi

Microsoft prevede di introdurre quattro livelli di filtri : amichevole, medio, maturo e non filtrato. Il primo proteggerebbe i bambini, mentre il contrario, la modalità non filtrata consente parolacce. Per leggere un messaggio censurato su un account figlio, si collegherà con un account per adulti, per eventualmente segnalarlo. Naturalmente, tutto ciò sarebbe facilmente gestibile tramite il controllo genitori e si applicherebbe all’intero ecosistema Xbox.

Bene, finora, nulla di molto rivoluzionario rispetto agli attuali sistemi di filtraggio dei messaggi. Ma per il momento, tutte queste tecniche non tengono conto di un elemento primordiale: il contesto . Secondo Dave McCarthy, Microsoft Operations Manager di Microsoft, le operazioni di linciaggio si svolgono in sessioni multiplayer. Includerebbero persone di colore o la comunità LGBT. Per Dave McCarthy, ” Se vogliamo davvero realizzare il nostro potenziale come industria e far conoscere a tutti questi meravigliosi media, non c’è spazio per questo  “. Un altro esempio concreto della nozione di contesto: dire ”  Farò una carneficina e massacrerò tutti On Call of Duty non è così vasto come dice in Animal Crossing New Leaf. È su questa nozione di contesto che Microsoft desidera concentrare i propri sforzi. A sua disposizione, c’è ovviamente l’intelligenza artificiale.

Secondo McCarthy, ”  Trovare modi per comprendere il contesto e le sfumature è una battaglia senza fine” . Il nostro collega di The Verge, tuttavia, è stato in grado di provare il nuovo sistema Microsoft e riconosce che funziona piuttosto bene. Nessuno dei suoi messaggi offensivi è caduto nelle crepe, nonostante l’uso dei soliti stratagemmi, come accenti o simboli.

Messaggi vocali: Microsoft affronta il problema a testa alta

Ma se esiste un settore in cui tutto deve ancora essere fatto, è il filtraggio degli scambi di voci . A questo proposito, Microsoft ha un progetto ambizioso: sviluppare un sistema che assomigli un po ‘a quello che sentiamo in televisione, con “bip”, ma in tempo reale. Tra le tracce studiate per raggiungere questo obiettivo, la più seria sarebbe la trasposizione del messaggio orale in testo scritto.

Come puoi immaginare, questa pratica solleva molte domande. Tecnicamente, richiede un sistema di trascrizione di alto livello e pone la sfida della latenza indotta dall’analisi del messaggio in tempo reale. Un punto problematico in un gioco, poiché la parola viene utilizzata per informare rapidamente i suoi compagni di squadra. A livello etico, si presume che la società ascolti e trascriva tutti gli scambi di utenti, quindi limiti la loro libertà di parola in alcuni casi. Dal punto di vista giuridico, tuttavia, ciò non sarebbe considerato una violazione della libertà di espressione. In effetti, all’inizio di quest’anno, la Corte suprema degli Stati Uniti ha indicato che il principio della libertà di espressione non si applica alle piattaforme private come Xbox Live.

Infine, Microsoft evidenzia anche il suo desiderio di trasparenza. Dave McCarthy spiega: ”  Se vogliamo chiedere ai nostri utenti di essere responsabili delle loro azioni su Xbox Live e altri nostri servizi, dobbiamo essere trasparenti sul nostro sistema di valori, sulle nostre pratiche e sul perché facciamo ciò che facciamo”. Pertanto, l’azienda prevede di notificare direttamente i conti sanzionati e spiegare i motivi della condanna.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami